skip to Main Content
Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro

Insufficienza cardiaca: cause e fattori di rischio

Insufficienza Cardiaca: Cause E Fattori Di Rischio

L’insufficienza cardiaca si sviluppa spesso dopo che altre condizioni hanno danneggiato o indebolito il cuore, ma può verificarsi anche se il cuore diventa troppo rigido a causa di condizioni come l’ipertensione.

Nell’insufficienza cardiaca, i ventricoli possono irrigidirsi e non riempirsi adeguatamente tra un battito e l’altro. In alcuni casi di insufficienza cardiaca, il muscolo cardiaco può essere danneggiato e indebolito e i ventricoli si allungano (si dilatano) al punto che il cuore non può pompare il sangue in modo efficiente. Con il passare del tempo, il cuore non riesce più a tenere il passo con le normali richieste che gli vengono fatte per pompare il sangue in tutto il corpo.

L’insufficienza cardiaca può coinvolgere il lato sinistro (ventricolo sinistro), il lato destro (ventricolo destro) o entrambi i lati del cuore. Generalmente, l’insufficienza cardiaca inizia con il lato sinistro, in particolare il ventricolo sinistro, la principale camera di pompaggio del cuore.

Tipi di insufficienza cardiaca

  • Insufficienza cardiaca sinistra: il fluido può risalire nei polmoni, causando mancanza di respiro.
  • Insufficienza cardiaca destra: il fluido può risalire nell’addome, nelle gambe e nei piedi, causando gonfiore.
  • Insufficienza cardiaca sistolica: il ventricolo sinistro non può contrarsi vigorosamente, indicando un problema di pompaggio.
  • Insufficienza cardiaca diastolica: il ventricolo sinistro non può rilassarsi o riempirsi completamente, indicando un problema di riempimento.

Una qualsiasi delle seguenti condizioni può danneggiare o indebolire il cuore e può causare insufficienza cardiaca. Alcune di queste possono essere presenti a tua insaputa:

  • Malattia coronarica e infarto. La malattia coronarica è la forma più comune di malattia cardiaca e la causa più comune di insufficienza cardiaca. La malattia deriva dall’accumulo di depositi di grasso (placche) nelle arterie, che riducono il flusso sanguigno e possono provocare un attacco di cuore.
  • Alta pressione sanguigna (ipertensione). Se la pressione sanguigna è alta, il cuore deve lavorare più duramente di quanto dovrebbe per far circolare il sangue in tutto il corpo. Con il passare del tempo, questo sforzo extra può rendere il muscolo cardiaco troppo rigido o troppo debole per pompare efficacemente il sangue.
  • Valvole cardiache difettose. Le valvole del cuore fanno scorrere il sangue nella giusta direzione attraverso il cuore. Una valvola danneggiata, a causa di un difetto cardiaco, una malattia coronarica o un’infezione cardiaca, costringe il cuore a lavorare di più, il che può indebolirlo nel tempo.
  • Danni al muscolo cardiaco (cardiomiopatia). Un danno al muscolo cardiaco può avere molte cause, tra cui diverse malattie, infezioni, abuso di alcol e droghe, come la cocaina o alcuni farmaci usati per la chemioterapia. Anche i fattori genetici possono avere un ruolo.
  • Miocardite. La miocardite è un’infiammazione del muscolo cardiaco. È più comunemente causato da un virus, incluso COVID-19, e può portare a insufficienza cardiaca del lato sinistro.
  • Difetti cardiaci alla nascita (difetti cardiaci congeniti). Se il cuore, i ventricoli o le valvole non si sono formate correttamente, le parti sane del cuore devono lavorare di più per pompare il sangue, cosa che può portare a insufficienza cardiaca.
  • Ritmi cardiaci anormali (aritmie cardiache). Ritmi cardiaci anormali possono far battere il cuore troppo velocemente, affaticandolo. Anche un battito cardiaco lento può portare a insufficienza cardiaca.
  • Altre malattie. Anche malattie croniche, come diabete, HIV, ipertiroidismo, ipotiroidismo o accumulo di ferro (emocromatosi) o proteine ​​(amiloidosi), possono contribuire all’insufficienza cardiaca.

Le cause di insufficienza cardiaca acuta includono virus che attaccano il muscolo cardiaco, infezioni gravi, reazioni allergiche, coaguli di sangue nei polmoni, l’uso di determinati farmaci o qualsiasi malattia che colpisce l’intero corpo.

Fattori di rischio

Un singolo fattore di rischio può essere sufficiente per causare insufficienza cardiaca, ma una combinazione di questi aumenta il rischio. I fattori di rischio includono:

  • Ipertensione. Il cuore lavora più duramente di quanto dovrebbe se la pressione sanguigna è alta.
  • Coronaropatia. Le arterie ristrette possono limitare l’apporto di sangue ricco di ossigeno al cuore, con conseguente indebolimento del muscolo cardiaco.
  • Attacco di cuore. Un attacco di cuore è una forma di malattia coronarica che si verifica all’improvviso. Un danno al muscolo cardiaco causato da un attacco di cuore può significare che il tuo cuore non può più pompare come dovrebbe.
  • Diabete. Avere il diabete aumenta il rischio di ipertensione e malattia coronarica.
  • Alcuni farmaci per il diabete. È stato scoperto che i farmaci per il diabete aumentano il rischio di insufficienza cardiaca in alcune persone.
  • Alcuni farmaci. Alcuni farmaci possono causare insufficienza cardiaca o problemi cardiaci. I farmaci che possono aumentare il rischio di problemi cardiaci includono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS); alcuni farmaci per l’anestesia; alcuni farmaci antiaritmici; alcuni farmaci usati per trattare pressione alta, cancro, malattie del sangue, condizioni neurologiche, condizioni psichiatriche, condizioni polmonari, condizioni urologiche, condizioni infiammatorie e infezioni; e altri farmaci da prescrizione e da banco. Non smettere di prendere i farmaci da solo. Se hai domande sui farmaci che stai assumendo, discutine con il tuo medico.
  • Apnea notturna. L’impossibilità di respirare correttamente mentre si dorme di notte si traduce in bassi livelli di ossigeno nel sangue e aumento del rischio di ritmi cardiaci anormali. Entrambi questi problemi possono indebolire il cuore.
  • Difetti cardiaci congeniti. Alcune persone che sviluppano insufficienza cardiaca sono nate con difetti cardiaci strutturali.
  • Cardiopatia valvolare. Le persone con cardiopatia valvolare hanno un rischio maggiore di insufficienza cardiaca.
  • Virus. Un’infezione virale potrebbe danneggiare il muscolo cardiaco.
  • Uso di alcol. Bere troppo alcol può indebolire il muscolo cardiaco e portare a insufficienza cardiaca.
  • Uso di tabacco. L’uso del tabacco può aumentare il rischio di insufficienza cardiaca.
  • Obesità. Le persone obese hanno un rischio maggiore di sviluppare insufficienza cardiaca.
  • Battiti cardiaci irregolari. Questi ritmi anomali, soprattutto se molto frequenti e veloci, possono indebolire il muscolo cardiaco e causare insufficienza cardiaca.

Complicazioni

Se soffri di insufficienza cardiaca, le complicazioni dipendono dalla causa e dalla gravità, dalla salute generale e da altri fattori come l’età. Le complicazioni possono includere:

  • Danno renale o insufficienza renale. L’insufficienza cardiaca può ridurre il flusso sanguigno ai reni, che alla fine può causare insufficienza renale se non trattata. Il danno renale da insufficienza cardiaca può richiedere la dialisi.
  • Problemi alle valvole cardiache. Le valvole del cuore, che fanno scorrere il sangue nella giusta direzione attraverso il cuore, potrebbero non funzionare correttamente se il cuore è ingrossato o se la pressione nel cuore è molto alta a causa dell’insufficienza cardiaca.
  • Problemi di ritmo cardiaco. I problemi del ritmo cardiaco (aritmie) possono essere una potenziale complicanza dell’insufficienza cardiaca.
  • Danno al fegato. L’insufficienza cardiaca può portare a un accumulo di liquidi che esercita una pressione eccessiva sul fegato. Questo fluido può portare a cicatrici, il che rende più difficile il corretto funzionamento del fegato.

I sintomi e la funzione cardiaca di alcune persone migliorano con un trattamento adeguato. Tuttavia, l’insufficienza cardiaca può essere pericolosa per la vita. Le persone con insufficienza cardiaca possono avere sintomi gravi e alcuni potrebbero richiedere un trapianto di cuore o supporto con un dispositivo di assistenza ventricolare.

Prevenzione

La chiave per prevenire l’insufficienza cardiaca è ridurre i fattori di rischio. È possibile controllare o eliminare molti dei fattori di rischio per le malattie cardiache, ad esempio ipertensione e malattia coronarica, apportando modifiche allo stile di vita insieme all’aiuto di eventuali farmaci.

I cambiamenti nello stile di vita che puoi apportare per aiutare a prevenire l’insufficienza cardiaca includono:

  • Non fumare
  • Controllo di determinate condizioni, come l’ipertensione e il diabete
  • Rimanere fisicamente attivi
  • Mangiare cibi sani
  • Mantenere un peso sano
  • Ridurre e gestire lo stress
Back To Top