skip to Main Content

Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

    06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro
    Prolasso Urogenitale

    Prolasso urogenitale: le cause

    Il prolasso urogenitale è in genere causato da un danno ai tessuti (muscoli, legamenti e tessuto connettivo) che sostengono gli organi pelvici. Un danno o uno stiramento di questi tessuti permette agli organi di muoversi dalla loro posizione normale. Ciò li induce a premere contro le pareti interne della vagina.

    Avere un bambino aumenta le probabilità di avere un giorno il prolasso urogenitale. Il parto vaginale è stato fortemente legato a un indebolimento delle strutture di supporto nella zona pelvica. Questa perdita di supporto è la principale causa del prolasso degli organi pelvici. Al contrario, il taglio cesareo sembra non avere nessun legame.

    Un’altra causa del prolasso urogenitale è un livello più basso di ormoni estrogeni. I livelli di estrogeni sono più bassi durante e dopo la menopausa. Bassi livelli di estrogeni nel corpo significa meno collagene, una proteina che aiuta il tessuto connettivo pelvico ad allungarsi e a tornare nella sua posizione normale.

    Il prolasso urogenitale può verificarsi anche dopo la rimozione chirurgica dell’utero (isterectomia) per un problema di salute, come l’endometriosi. La rimozione dell’utero a volte può lasciare gli altri organi nella zona pelvica con meno sostegno.

    Altre condizioni che possono causare il prolasso urogenitale includono:

    • L’obesità, che può portare a un pressione prolungata all’interno dell’addome.
    • Disturbi da fumatori e/o polmonari, che sono spesso causa di tosse cronica.
    • Condizioni che riguardano il midollo spinale, come la distrofia muscolare, la sclerosi multipla e lesioni del midollo spinale, che causano paralisi dei muscoli del pavimento pelvico.

    Se vuoi più informazioni che riguardano questo disturbo prenota online un visita con un nostro specialista.

    Back To Top