skip to Main Content

Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

    06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro
    Cosa Significa Essere In Terapia Intensiva

    Cosa significa essere in terapia intensiva

    Le unità di terapia intensiva sono reparti ospedalieri specializzati che forniscono cure e monitoraggio a persone molto malate. Sono gestiti da professionisti sanitari appositamente formati e contengono sofisticate apparecchiature di monitoraggio.

    Quando è necessaria la terapia intensiva

    La terapia intensiva è necessaria quando una persona è gravemente malata e richiede un trattamento intensivo e un attento monitoraggio; o se sta subendo un intervento chirurgico e la terapia intensiva può aiutarla a riprendersi.

    La maggior parte delle persone in terapia intensiva ha problemi con 1 o più organi. Ad esempio, potrebbero non essere in grado di respirare da soli.

    Ci sono molte condizioni e situazioni diverse che possono significare che qualcuno ha bisogno di cure intensive.

    Alcuni motivi comuni includono:

    • un incidente grave, ad esempio un incidente stradale, un grave trauma cranico, una caduta grave o gravi ustioni;
    • una condizione grave improvvisa, come un infarto o un ictus;
    • un’infezione grave, come sepsi o polmonite grave;
    • un intervento chirurgico importante: può essere una parte pianificata del tuo recupero o una misura di emergenza in caso di complicazioni;

    Cosa comporta la terapia intensiva

    I pazienti in terapia intensiva saranno seguiti da vicino da un team di personale in terapia intensiva e saranno collegati alle apparecchiature tramite una serie di tubi, fili e cavi. Normalmente ci sarà 1 infermiere ogni 1 o 2 pazienti. Questa attrezzatura viene utilizzata per monitorare la loro salute e supportare le loro funzioni corporee fino al recupero.

    L’attrezzatura che può essere utilizzata su un’unità di terapia intensiva include:

    • Un ventilatore: una macchina che aiuta a respirare. Un tubo viene inserito nella bocca, nel naso o attraverso un piccolo taglio nella gola (tracheostomia).
    • Apparecchiature di monitoraggio: utilizzate per misurare importanti funzioni corporee, come la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e il livello di ossigeno nel sangue.
    • Pompe infusionali: tubi inseriti in una vena (per via endovenosa) per fornire liquidi, nutrimento e farmaci.
    • Tubi di alimentazione: tubi inseriti nel naso, nella pancia attraverso un piccolo taglio fatto o in una vena se una persona non è in grado di mangiare normalmente.
    • Drenaggi e cateteri: i drenaggi sono tubi utilizzati per rimuovere qualsiasi accumulo di sangue o fluido dal corpo; i cateteri sono tubi sottili inseriti nella vescica per drenare la pipì

    Chi è in un’unità di terapia intensiva sarà spesso sotto farmaci antidolorifici e farmaci sedativi. Questo perché alcune delle attrezzature utilizzate possono essere scomode.

    Recupero dalla terapia intensiva

    Una volta che una persona non ha più bisogno di cure intensive, può essere trasferita in un altro reparto per continuare il recupero prima di tornare a casa.

    Alcune persone possono lasciare la terapia intensiva dopo pochi giorni. Altri potrebbero aver bisogno di rimanere in terapia intensiva per mesi.

    Molte persone che lasciano un’unità di terapia intensiva faranno un buon recupero. Ma a volte possono esserci problemi persistenti, come:

    • debolezza e rigidità
    • estrema stanchezza (affaticamento) e mancanza di energia
    • perdita di appetito e perdita di peso
    • problemi di sonno
    • depressione, ansia o disturbo da stress post-traumatico
    • problemi con le capacità mentali, per esempio non essere in grado di pensare chiaramente ed essere smemorati

    Questi problemi possono durare diversi mesi. Chiedi consiglio a un medico se sono un problema persistente per te o per una persona cara.

    Alcune persone possono richiedere un supporto e un trattamento continui (riabilitazione) per aiutarli a riprendersi.

    Prendere decisioni sulla cura

    Se la persona amata è stata ricoverata in terapia intensiva ed è sveglia e in grado di comunicare, sarà pienamente coinvolta nelle decisioni sulla sua cura.

    Ma se sono inconsci o sedati, potrebbero non essere in grado di prestare il proprio consenso (autorizzazione) per un particolare trattamento o procedura.

    Se sapevano che stavano per entrare in terapia intensiva, potrebbero aver nominato qualcuno per prendere decisioni sul trattamento per loro conto o aver preso una decisione anticipata su eventuali trattamenti che non vogliono avere.

    Se ciò non fosse possibile in una situazione di emergenza, il personale di terapia intensiva che li cura di solito deciderà ciò che ritiene sia nel loro migliore interesse.

    Back To Top