skip to Main Content

Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

    06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro

    Cause dell’osteoporosi

    L’osteoporosi è una condizione caratterizzata da una diminuzione della densità delle ossa che diventano meno forti e quindi più fragili. L’osteoporosi porta l’osso a diventare poroso in modo anomalo. Questo lo rende comprimibile come una spugna. Questo disturbo dello scheletro può provocare frequenti fratture delle ossa. L’osteopenia, per definizione, è una condizione delle ossa che le rende leggermente meno dense del normale, ma non è grave come l’osteoporosi.

    L’osso, normalmente, è costituito da proteine, collagene e calcio che gli danno forza. Le ossa affette da osteoporosi si possono rompere (frattura) anche con piccoli incidenti che normalmente non causerebbero una frattura. La frattura può essere sotto forma di spaccatura o di collasso (come in una frattura causata dalla compressione delle vertebre della colonna vertebrale). La colonna vertebrale, i fianchi, le costole e i polsi sono le aree più soggette alle fratture ossee da osteoporosi, anche se possono verificarsi in quasi tutte le ossa scheletriche.

    Cause dell’osteoporosi

    I seguenti fattori aumentano il rischio di sviluppare l’osteoporosi:

    • Genere femminile
    • Razza caucasica o asiatica
    • Struttura sottile e piccola
    • Presenza dell’osteoporosi nella storia familiare (ad esempio, avere una madre con una frattura dell’anca osteoporotica raddoppia il rischio di frattura dell’anca)
    • Storia personale delle fratture in età adulta
    • Fumare sigarette
    • Consumo eccessivo di alcol
    • Mancanza di esercizio
    • Dieta a basso contenuto di calcio
    • Scarsa nutrizione e cattiva salute generale, particolarmente associata all’infiammazione cronica o a una malattia intestinale
    • Malassorbimento (le sostanze nutritive non sono adeguatamente assorbite dal sistema gastrointestinale) a causa di malattie intestinali, come la celiachia
    • Bassi livelli di estrogeni nelle donne (che possono verificarsi in menopausa o con la rimozione precoce di entrambe le ovaie)
    • Basso livello di testosterone negli uomini (ipogonadismo)
    • Chemioterapia che può causare la menopausa precoce a causa dei suoi effetti tossici sulle ovaie
    • L’amenorrea (perdita del ciclo mestruale) nelle giovani donne è associata a bassi estrogeni e all’osteoporosi; l’amenorrea può verificarsi nelle donne sottoposte ad allenamenti estremamente impegnativi e nelle donne con un basso contenuto di grassi corporei (ad esempio donne con anoressia nervosa)
    • Infiammazione cronica, dovuta all’artrite infiammatoria cronica o a malattie, come l’artrite reumatoide o le malattie epatiche
    • Immobilità, ad esempio dopo un ictus o per qualsiasi condizione che interferisca con la mobilità
    • L’ipertiroidismo, una condizione in cui c’è un eccesso di ormone tiroideo prodotto dalla tiroide (come nella malattia di Grave) o che viene assunto come farmaco
    • L’iperparatiroidismo è una malattia in cui vi è eccessiva produzione di ormoni paratiroidei dalla ghiandola paratiroidea, una piccola ghiandola situata vicino o all’interno della ghiandola tiroidea. Normalmente, l’ormone paratiroideo mantiene i livelli di calcio nel sangue rimuovendo il calcio dall’osso. Nel iperparatiroidismo non trattato, l’eccesso di ormone paratiroideo provoca una rimozione eccessiva del calcio dall’osso, che può portare all’osteoporosi.
    • Quando manca la vitamina D, il corpo non può assorbire adeguate quantità di calcio dalla dieta per prevenire l’osteoporosi. La carenza di vitamina D può essere dovuta a carenze alimentari, alla mancanza di luce solare o al male assorbimento intestinale della vitamina, come avviene nella celiachia e nella cirrosi biliare primaria.
    • Alcuni farmaci possono causare l’osteoporosi. Questi medicinali includono l’uso a lungo termine di eparina (un diluente del sangue), antisociemi come la fenitoina (Dilantin) e fenobarbital e l’uso a lungo termine di corticosteroidi orali (come il prednisone).
    • Patologie ereditarie del tessuto connettivo, tra cui l’osteogenesi imperfetta, l’omocistinuria, la sindrome dell’osteoporosi-pseudoglioma e le malattie della pelle, come la sindrome di Marfan e la sindrome di Ehlers-Danlos (Queste cause di osteoporosi secondaria ereditaria sono trattate in modo diverso).

    Se vuoi avere più informazioni sull’osteoporosi e fare una visita, prenota un appuntamento online con un nostro specialista.

    Back To Top