skip to Main Content

Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

    06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro
    Sintomi Sindrome Intestino Irritabile

    8 segni e sintomi della sindrome dell’intestino irritabile (SII)

    La sindrome dell’intestino irritabile (SII) colpisce tra il 6 e il 18% delle persone in tutto il mondo. Questa condizione comporta cambiamenti nella frequenza o nella forma dei movimenti intestinali, e dolore addominale inferiore.

    A scatenarla possono essere dieta, stress, insonnia e alterazioni dei batteri intestinali. Tuttavia, la causa scatenante è diversa per ogni persona, cosa che rende difficile nominare cibi specifici o fattori di stress che dovrebbero evitare tutti coloro che soffrono di questo disturbo.

    Ecco quali sono i sintomi più comuni della sindrome dell’intestino irritabile.

    1. Dolore e crampi

    Il dolore addominale è il sintomo più comune e un fattore chiave nella diagnosi. Normalmente, l’intestino e il cervello lavorano insieme per controllare la digestione. Ciò accade attraverso ormoni, nervi e segnali rilasciati dai batteri buoni che vivono nell’intestino.

    Nella SII, questi segnali cooperativi diventano distorti, portando a una tensione non coordinata e dolorosa nei muscoli del tratto digestivo.

    Questo dolore si verifica di solito nell’addome inferiore o nell’intero addome, ma è meno probabile che si verifichi solo nell’addome superiore. Il dolore generalmente diminuisce a seguito di un movimento intestinale.

    2. Diarrea

    La SII con diarrea predominante è uno dei tre principali tipi di disturbo. Colpisce circa un terzo dei pazienti con sindrome dell’intestino irritabile.

    Il transito intestinale accelerato nella SII può anche provocare un impulso improvviso e immediato ad avere un movimento intestinale. Alcuni pazienti lo descrivono come una fonte significativa di stress, evitando persino alcune situazioni sociali per paura di un’improvvisa insorgenza di diarrea.

    3. Costipazione

    Anche se non sembra logico, la SII può causare costipazione così come la diarrea. La SII con costipazione predominante è il tipo più comune e colpisce quasi il 50% delle persone con questa sindrome.

    La comunicazione alterata tra cervello e intestino può accelerare o rallentare il normale tempo di transito delle feci. Quando il tempo di transito rallenta, l’intestino assorbe più acqua dalle feci e rende il passaggio più difficile.

    Avere meno di tre movimenti intestinali alla settimana è definita costipazione. Essa include dolore addominale che si allevia con i movimenti intestinali.

    La costipazione nella SII spesso provoca anche una sensazione di movimento intestinale incompleto. Ciò porta a sforzi inutili.

    4. Costipazione alternata a diarrea

    Costipazione mista o alternata e diarrea colpisce circa il 20% dei pazienti con la sindrome dell’intestino irritabile.

    La diarrea e la costipazione comportano dolore addominale cronico e ricorrente. Il dolore è l’indizio più importante che i cambiamenti nei movimenti intestinali non sono correlati alla dieta o alle comuni infezioni lievi.

    Questo tipo di SII tende ad essere più grave degli altri con sintomi più frequenti e intensi.

    5. Gas e gonfiore

    La digestione alterata nella SII porta a una maggiore produzione di gas nell’intestino. Ciò può causare un fastidioso gonfiore.

    Molti pazienti con questo disturbo identificano il gonfiore come uno dei sintomi più persistenti e fastidiosi.

    6. Intolleranza alimentare

    Fino al 70% delle persone con sindrome dell’intestino irritabile riferisce che particolari alimenti scatenano i sintomi. Due terzi delle persone con SII evitano attivamente determinati alimenti escludendoli dalla dieta.

    Perché questi alimenti scatenino i sintomi non è chiaro. Queste intolleranze alimentari non sono allergie e gli alimenti scatenanti non causano differenze misurabili nella digestione.

    7. Affaticamento e difficoltà a dormire

    Oltre la metà delle persone con SII lamenta affaticamento, una bassa resistenza che limita lo sforzo fisico nel lavoro, nel tempo libero e nelle interazioni sociali.

    La SII è anche correlata all’insonnia, che include difficoltà ad addormentarsi, svegliarsi frequentemente e sentirsi stanchi al mattino.

    È interessante notare che il sonno scarso prevede sintomi gastrointestinali più gravi il giorno seguente.

    8. Ansia e depressione

    La sindrome dell’intestino irritabile è anche legato all’ansia e alla depressione.

    Non è chiaro se i sintomi della SII siano espressione di stress mentale o se lo stress di convivere con il disturbo renda le persone più inclini a difficoltà psicologiche.

    Qualunque cosa accada per prima, l’ansia e i sintomi digestivi della SII si rafforzano a vicenda in un circolo vizioso.

    In un ampio studio su 94.000 uomini e donne, le persone con SII avevano oltre il 50% in più di probabilità di avere un disturbo d’ansia e oltre il 70% in più di avere un disturbo dell’umore, come la depressione.

    Back To Top