skip to Main Content

Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

    06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro
    Sintomi Rosolia

    Quali sono i sintomi della rosolia?

    La rosolia è un’infezione virale contagiosa conosciuta per la sua caratteristica eruzione cutanea rossa. Sebbene questa infezione possa causare sintomi lievi o addirittura nessun sintomo nella maggior parte delle persone, può causare seri problemi ai bambini non ancora nati le cui madri vengono infettate durante la gravidanza.

    La rosolia non è la stessa cosa del morbillo, ma le due malattie condividono alcuni sintomi, tra cui l’eruzione cutanea rossa. La rosolia è causata da un virus diverso dal morbillo e la rosolia non è infettiva o grave come il morbillo.

    Il vaccino morbillo-parotite-rosolia è molto efficace nella prevenzione della rosolia.

    In molti paesi, l’infezione da rosolia è rara o addirittura inesistente. Tuttavia, poiché il vaccino non viene utilizzato ovunque, il virus causa ancora seri problemi ai bambini le cui madri vengono infettate durante la gravidanza.

    Sintomi della rosolia

    I segni e i sintomi della rosolia sono spesso difficili da notare, soprattutto nei bambini. Compaiono generalmente tra le due e le tre settimane dopo l’esposizione al virus. Di solito durano da uno a cinque giorni e possono includere:

    • Febbre lieve (38,9 C o inferiore)
    • Mal di testa
    • Naso chiuso o che cola
    • Occhi arrossati e infiammati
    • Linfonodi ingrossati e dolenti alla base del cranio, dietro il collo e dietro le orecchie
    • Una sottile eruzione cutanea rosa che inizia sul viso e si diffonde rapidamente al tronco e poi alle braccia e alle gambe, prima di scomparire nella stessa sequenza
    • Dolore alle articolazioni, soprattutto nelle giovani donne

    Contatta il medico se pensi che tu o tuo figlio potreste essere stati esposti alla rosolia o se avete i segni o sintomi sopra elencati.

    Se stai cercando una gravidanza, controlla le vaccinazioni effettuate per assicurarti di aver ricevuto il vaccino. Se sei incinta e sviluppi la rosolia, specialmente durante il primo trimestre, il virus potrebbe causare la morte o gravi difetti alla nascita nel feto in via di sviluppo. La rosolia durante la gravidanza è la causa più comune di sordità congenita. È meglio proteggersi dalla rosolia prima della gravidanza. Un esame del sangue potrebbe confermare che sei già immune.

    Cause della rosolia

    La rosolia è causata da un virus trasmesso da persona a persona. Può diffondersi quando una persona infetta tossisce o starnutisce. Può anche diffondersi per contatto diretto con le secrezioni respiratorie di una persona infetta, come il muco. Può anche essere trasmesso dalle donne incinte ai loro bambini non ancora nati attraverso il flusso sanguigno.

    Una persona che è stata infettata dal virus che causa la rosolia è contagiosa per una o due settimane prima della comparsa dell’eruzione cutanea fino a circa una o due settimane dopo la scomparsa dell’eruzione cutanea. Una persona infetta può diffondere la malattia prima che la persona si accorga di averla.

    La rosolia è rara in molti paesi perché la maggior parte dei bambini riceve una vaccinazione contro l’infezione in tenera età. In alcune parti del mondo, il virus è ancora attivo. Tienilo in considerazione prima di andare all’estero, soprattutto se sei incinta.

    Complicazioni

    La rosolia è una infezione lieve. Una volta che hai avuto la malattia, solitamente si è immuni al virus. Alcune donne che hanno avuto la rosolia soffrono di artrite alle dita, ai polsi e alle ginocchia, che generalmente dura circa un mese. In rari casi, la rosolia può causare un’infezione all’orecchio o un’infiammazione del cervello.

    Tuttavia, se sei incinta quando sviluppi la rosolia, le conseguenze per il tuo nascituro potrebbero essere gravi e, in alcuni casi, fatali. Fino all’80% dei bambini nati da madri che hanno avuto la rosolia durante le prime 12 settimane di gravidanza sviluppa la sindrome da rosolia congenita. Questa sindrome può causare uno o più problemi, tra cui:

    • Ritardi nella crescita
    • Cataratta
    • Sordità
    • Difetti cardiaci congeniti
    • Difetti in altri organi
    • Disabilità intellettuali

    Il rischio più elevato per il feto è durante il primo trimestre, ma anche l’esposizione successiva durante la gravidanza è pericolosa.

    Back To Top