skip to Main Content

Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

    06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro
    Convulsioni: Sintomi E Cause

    Convulsioni: sintomi e cause

    Le convulsioni sono dei cambiamenti nell’attività elettrica del cervello. Questi cambiamenti possono causare sintomi molto gravi ed evidenti o in altri casi nessun sintomo.

    I sintomi di una crisi grave includono tremori violenti e perdita di controllo. Le convulsioni lievi possono essere anche un segno di un problema medico significativo, quindi è importante riconoscerle.

    Poiché alcune crisi possono causare lesioni o essere un segno di una condizione medica sottostante, è importante fare accertamenti.

    Quali sono i sintomi di una crisi?

    I sintomi possono durare da pochi secondi a 15 minuti a episodio. A volte, i sintomi si verificano prima che abbia luogo la crisi. Questi possono includere:

    • un’improvvisa sensazione di paura o ansia
    • una sensazione di mal di stomaco
    • vertigini
    • un cambiamento nella visione
    • un movimento a scatti delle braccia e delle gambe che potrebbe causare la caduta di oggetti
    • sentirsi fuori dal corpo
    • mal di testa

    I sintomi che indicano che è in corso una crisi includono:

    • perdita di coscienza, seguita da confusione
    • avere spasmi muscolari incontrollabili
    • sbavare, fare schiuma dalla bocca
    • cadere
    • avere uno strano sapore in bocca
    • digrignare i denti
    • mordere la lingua
    • avere movimenti oculari rapidi e improvvisi
    • fare rumori insoliti, come grugniti
    • perdere il controllo della funzione della vescica o dell’intestino
    • avere improvvisi cambiamenti di umore

    Cosa causa le convulsioni?

    Le convulsioni possono derivare da una serie di condizioni di salute. Tutto ciò che colpisce il corpo può anche disturbare il cervello e portare a un attacco. Alcuni esempi includono:

    • astinenza da alcol
    • un’infezione al cervello, come la meningite
    • una lesione cerebrale durante il parto
    • un difetto cerebrale presente alla nascita
    • soffocamento
    • abuso di droghe
    • astinenza dalla droga
    • uno squilibrio elettrolitico
    • elettro-shock
    • epilessia
    • pressione sanguigna estremamente alta
    • la febbre
    • trauma alla testa
    • insufficienza renale o epatica
    • bassi livelli di glucosio nel sangue
    • un infarto
    • un tumore al cervello
    • anomalia vascolare nel cervello

    Le crisi possono essere ereditarie. Si deve informare il medico se qualcuno in famiglia c’è una storia di convulsioni. In alcuni casi, specialmente con i bambini piccoli, la causa delle convulsioni può essere sconosciuta.

    Quali sono gli effetti delle convulsioni?

    Se non trattate, le convulsioni e i loro sintomi possono peggiorare progressivamente. Convulsioni estremamente lunghe possono portare al coma o alla morte.

    Le convulsioni possono anche causare lesioni, come cadute o traumi al corpo. È importante indossare un braccialetto identificativo che comunichi ai soccorritori che si ha l’epilessia.

    Come aiuti qualcuno che sta avendo un attacco?

    Liberando l’area intorno alla persona che sta avendo un attacco per evitare possibili lesioni. Se possibile, posizionarla su un fianco e mettere qualcosa di morbido come un cuscino sotto alla testa.

    Resta con la persona e chiama il 118 il prima possibile se si verifica una di queste condizioni:

    • le convulsioni durano più di tre minuti,
    • non si sveglia dopo la crisi,
    • ha attacchi ripetuti,
    • è una donna incinta,
    • è la prima volta che questa persona ha le convulsioni.

    È importante restare calmi. Anche se non c’è modo di fermare una crisi una volta che è iniziata, puoi aiutare in questo modo:

    • Non appena inizi a notare i sintomi di una crisi, calcola quanto tempo passa. La maggior parte delle crisi dura da uno a due minuti. Se la persona ha l’epilessia e la crisi dura più di tre minuti, chiama il 118.
    • Se la persona che ha le convulsioni è in piedi, puoi impedire che cada o si ferisca stringendo un abbraccio o guidandola delicatamente a terra.
    • Assicurati che sia lontana da mobili o altri oggetti che potrebbero cadere o causare lesioni.
    • Se la persona che ha le crisi è a terra, prova a posizionarla su un fianco in modo che la saliva o il vomito fuoriescano dalla bocca invece che dalla trachea.
    • Non mettere nulla nella bocca della persona.
    • Non cercare di trattenerla mentre stanno avendo un attacco.

    Dopo le convulsioni

    Una volta che un attacco è finito, ecco cosa fare:

    • Controlla se ci sono lesioni.
    • Se non puoi girare la persona su un fianco durante la crisi, fallo quando la crisi è finita.
    • Usa il dito per liberare la bocca dalla saliva o dal vomito se ha difficoltà a respirare e allenta gli indumenti stretti intorno al collo e ai polsi.
    • Resta con lei finché non è completamente sveglia e vigile.
    • Fornisci un’area sicura e confortevole per riposare.
    • Non offrire nulla da mangiare o da bere finché non è completamente cosciente e consapevole di ciò che la circonda.
    • Chiedi dove è, chi è e che giorno è. Potrebbero essere necessari diversi minuti per diventare completamente cosciente ed essere in grado di rispondere alle tue domande.

    Come puoi prevenire le convulsioni?

    In molti casi, una crisi non è prevenibile. Tuttavia, mantenere uno stile di vita sano può darti le migliori possibilità di ridurre il rischio. Puoi fare quanto segue:

    • Dormi a sufficienza.
    • Segui una dieta sana e resta ben idratato.
    • Fai esercizio regolarmente.
    • Impegnati in tecniche di riduzione dello stress.
    • Evita di assumere droghe illegali.

    Se stai assumendo farmaci per l’epilessia o altre condizioni mediche, prendili come consigliato dal medico.

    Back To Top