skip to Main Content
Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro
fibromi uterini sintomi cause

Fibromi uterini: sintomi e cause

I fibromi uterini sono escrescenze non cancerose dell’utero che compaiono spesso durante l’età fertile. Chiamati anche leiomiomi o miomi, i fibromi uterini non sono associati a un aumentato rischio di cancro uterino e quasi mai si trasformano in cancro.

I fibromi variano in dimensioni da non rilevabili dall’occhio umano a masse voluminose che possono distorcere e allargare l’utero. Si può avere un singolo fibroma o più fibromi. In casi estremi, più fibromi possono espandere l’utero così tanto da raggiungere la gabbia toracica e possono aggiungere peso.

Molte donne hanno fibromi uterini durante la loro vita. Tuttavia potresti non sapere mai di avere fibromi uterini perché spesso non causano sintomi. Il medico potrebbe scoprire fibromi accidentalmente durante un esame pelvico o un’ecografia prenatale.

Sintomi dei fibromi uterini

Molte donne che hanno fibromi non hanno alcun sintomo. Quando ci sono sintomi è perché essi possono essere influenzati dalla posizione, dalle dimensioni e dal numero dei fibromi.

I segni e i sintomi più comuni dei fibromi uterini includono:

  • Sanguinamento mestruale abbondante
  • Ciclo mestruale che dura più di una settimana
  • Pressione o dolore pelvico
  • Minzione frequente
  • Difficoltà a svuotare la vescica
  • Stipsi
  • Mal di schiena o dolori alle gambe

Raramente un fibroma può causare dolore acuto quando supera il suo apporto di sangue e inizia a morire.

I fibromi sono generalmente classificati in base alla loro posizione. I fibromi intramurali crescono all’interno della parete uterina muscolare. I fibromi sottomucosi si gonfiano nella cavità uterina. I fibromi sottosierosi sporgono all’esterno dell’utero.

Quando vedere un medico

Rivolgiti al medico se hai:

  • Dolore pelvico che non va via
  • Mestruazioni eccessivamente pesanti, prolungate o dolorose
  • Spotting o sanguinamento tra le mestruazioni
  • Difficoltà a svuotare la vescica
  • Bassa conta dei globuli rossi inspiegabile (anemia)

Rivolgiti immediatamente a un medico se hai una grave emorragia vaginale o un forte dolore pelvico che si manifesta all’improvviso.

Cause

I medici non conoscono la causa dei fibromi uterini, ma la ricerca e l’esperienza clinica indicano questi fattori:

  • Cambiamenti genetici. Molti fibromi contengono cambiamenti nei geni che differiscono da quelli nelle tipiche cellule muscolari uterine.
  • Ormoni. L’estrogeno e il progesterone, due ormoni che stimolano lo sviluppo del rivestimento uterino durante ogni ciclo mestruale in preparazione alla gravidanza, sembrano promuovere la crescita dei fibromi. I fibromi contengono più recettori degli estrogeni e del progesterone rispetto alle tipiche cellule muscolari uterine. I fibromi tendono a ridursi dopo la menopausa a causa della diminuzione della produzione ormonale.
  • Altri fattori di crescita. Le sostanze che aiutano il corpo a mantenere i tessuti, come il fattore di crescita simile all’insulina, possono influenzare la crescita dei fibromi.
  • Matrice extracellulare (MEC). L’MEC è il materiale che fa aderire le cellule, come la malta tra i mattoni. L’MEC è aumentata nei fibromi e li rende fibrosi. L’MEC immagazzina anche fattori di crescita e provoca cambiamenti biologici nelle cellule stesse.

I medici ritengono che i fibromi uterini si sviluppino da una cellula staminale nel tessuto muscolare liscio dell’utero (miometrio). Una singola cellula si divide ripetutamente, creando alla fine una massa soda e gommosa distinta dal tessuto vicino.

I modelli di crescita dei fibromi uterini variano: possono crescere lentamente o rapidamente, oppure possono rimanere delle stesse dimensioni. Alcuni fibromi subiscono scatti di crescita e alcuni possono ridursi da soli.

Molti fibromi che sono stati presenti durante la gravidanza si restringono o scompaiono dopo la gravidanza, poiché l’utero torna alle sue dimensioni abituali.

Fattori di rischio

Ci sono pochi fattori di rischio noti per i fibromi uterini, oltre all’essere una donna in età riproduttiva. I fattori che possono avere un impatto sullo sviluppo del fibroma includono:

  • Etnia. Sebbene tutte le donne in età riproduttiva possano sviluppare fibromi, le donne di colore hanno maggiori probabilità di avere fibromi rispetto alle donne di altri gruppi etnici. Inoltre, le donne di colore hanno fibromi in età più giovane ed è anche probabile che abbiano più fibromi e più grandi, insieme a sintomi più gravi.
  • Eredità. Se tua madre o tua sorella avevano fibromi, sei maggiormente a rischio di svilupparli.
  • Altri fattori. Avere il ciclo in tenera età; obesità; una carenza di vitamina D; avere una dieta più ricca di carne rossa e povera di verdure, frutta e latticini; bere alcolici, compresa la birra, sembra aumentare il rischio di sviluppare fibromi.

Complicazioni

Sebbene i fibromi uterini di solito non siano pericolosi, possono causare disagio e possono portare a complicazioni come un calo dei globuli rossi (anemia), che provoca affaticamento, a causa di una forte perdita di sangue. Raramente è necessaria una trasfusione a causa dell’emorragia.

Gravidanza e fibromi

I fibromi di solito non interferiscono con la gravidanza. Tuttavia, è possibile che i fibromi, in particolare i fibromi sottomucosi, possano causare infertilità o interruzione della gravidanza.

I fibromi possono anche aumentare il rischio di alcune complicazioni della gravidanza, come distacco della placenta, restrizione della crescita fetale e parto pretermine.

Prevenzione

Facendo scelte di vita sane, come mantenere un peso sano e mangiare frutta e verdura, potrebbe ridurre il rischio di fibromi. Inoltre, alcune ricerche suggeriscono che l’uso di contraccettivi ormonali può essere associato a un minor rischio di fibromi.

Per maggiori informazioni, prenota ora una visita online con un nostro specialista.