skip to Main Content
Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy policy

06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro

Cos’è la sindrome della capanna e come affrontarla

Cos’è La Sindrome Della Capanna E Come Affrontarla

Cos’è la sindrome della capanna?

La sindrome della capanna è una serie di emozioni o sintomi che le persone sperimentano quando sono confinati nelle loro case per lunghi periodi di tempo. Ciò può essere dovuto a una varietà di circostanze, come un disastro naturale, la mancanza di mezzi di trasporto o persino il distanziamento sociale per pandemie come COVID-19.

Riconoscere i sintomi della sindrome della capanna e trovare modi per affrontarla può aiutare a facilitare l’isolamento.

La sindrome della capanna non è un disturbo psicologico riconosciuto, ma ciò non significa che i sentimenti non siano reali. L’angoscia è molto reale. Può rendere difficile la gestione della vita quotidiana.

Quali sono i sintomi della sindrome della capanna?

I sintomi della sindrome della capanna vanno ben oltre la noia o il sentirsi bloccati a casa. Sono legati profondamente alla sensazione di isolamento e possono includere:

  • irrequietezza
  • diminuzione della motivazione
  • irritabilità
  • sentirsi senza speranza
  • difficoltà di concentrazione
  • schemi di sonno irregolari, tra cui sonnolenza o insonnia
  • difficoltà a svegliarsi
  • letargia
  • sfiducia nelle persone intorno a te
  • mancanza di pazienza
  • tristezza o depressione persistenti

La tua personalità e il tuo temperamento naturale sono determinanti nel fronteggiare la sindrome della capanna.  Alcune persone possono superarla più facilmente: possono ad esempio intraprendere progetti o tuffarsi in sbocchi creativi per passare il tempo e scongiurare così i sintomi.

Ma altri possono avere grandi difficoltà nel gestire la vita quotidiana fino a quando questi sentimenti non passano.

Come affrontare la sindrome della capanna?

Poiché la sindrome della capanna non è una condizione psicologica riconosciuta, non esiste un “trattamento” standard. Tuttavia, i professionisti della salute mentale riconoscono che i sintomi sono molto reali.

Trovare modi significativi per coinvolgere il tuo cervello e occupare il tempo può aiutare ad alleviare l’angoscia e l’irritabilità.

Le seguenti idee sono un buon punto di partenza.

Trascorri del tempo all’aperto

Il tempo trascorso in natura è tempo ben speso per la salute mentale. Trascorrere del tempo all’aperto non solo migliora la tua funzione cognitiva, ma può anche aiutare a:

  • migliorare il tuo umore
  • alleviare lo stress
  • aumentare la sensazione di benessere

A seconda del motivo dell’isolamento, assicurarsi di controllare tutte le normative locali ed evitare spazi chiusi per motivi di sicurezza o di salute.

Se uscire all’aperto non è un’opzione, puoi provare a:

  • aprire le finestre per far entrare la brezza esterna
  • aggiungere una mangiatoia per uccelli fuori dalla finestra per avvicinare gli uccelli al tuo spazio vitale
  • ordinare o acquistare fiori profumati e freschi e posizionarli dove è possibile vederli e annusarli durante il giorno
  • coltivare erbe o piccole piante su un davanzale, un patio o un balcone

Regalati una routine

Una mancanza di routine, come ad esempio quella data dal lavoro, può causare interruzioni nei ritmi del mangiare, dormire e fare attività.

Prova a creare una routine quotidiana che consiste in progetti di lavoro o per la casa, stabilire orari dei pasti, tempo di allenamento e persino tempi di inattività.

Avere uno schema per la tua giornata ti dà mini “obiettivi” da raggiungere durante il giorno.

Mantieni una vita sociale

Non puoi andare al cinema o incontrare i tuoi amici per cena. Ma puoi ancora “incontrarti” con loro in un modo diverso. Usa i servizi di videochiamata per parlare con i tuoi amici, colleghi e persone care. La videochiamata può tenerti in contatto con il mondo esterno.

Connettiti con altre persone che si trovano in una situazione simile. Questo può aiutarti a sentire che non sei solo. Condividere i tuoi pensieri, emozioni e sfide con gli altri può aiutarti a capire che ciò che senti è normale.

La connessione con gli altri può anche aiutarti a trovare soluzioni creative a un problema che stai affrontando.

Esprimi il tuo lato creativo

Hai suonato uno strumento a scuola? Una volta ti interessava la pittura? Hai pile di foto delle vacanze che una volta ti eri promesso di mettere in un album? C’è una ricetta che hai sempre voluto provare ma non hai mai avuto il tempo?

Usa il tuo tempo in isolamento per fare tutto ciò che non hai mai avuto il tempo di fare. Trascorrere del tempo in attività creative mantiene occupato il cervello.

Mantenere la mente occupata e impegnata può aiutare a scacciare i sentimenti di noia o irrequietezza e far passare il tempo più rapidamente.

Ritagliati del tempo solo per te

Se vivi con altre persone, i sentimenti della sindrome della capanna possono essere intensificati. I genitori hanno delle responsabilità nei confronti dei bambini; i partner hanno delle responsabilità reciproche. Ma ciò non significa che non si debba avere del tempo per sè stessi.

Concediti del ​​tempo lontano dagli altri per rilassarti. Trova un posto tranquillo per leggere un libro, meditare o fare ginnastica.

Suda!

La ricerca ha dimostrato che le persone che si esercitano regolarmente sono meno inclini all’ansia rispetto alle persone che non si allenano. Questo perché l’attività fisica riduce gli ormoni dello stress del tuo corpo, come il cortisolo.

Allo stesso tempo, l’esercizio fisico fa sì che il cervello rilasci endorfine. Questi neurochimici possono migliorare il tuo umore e la sensazione generale di benessere.

Ci sono molte opzioni di allenamento online su YouTube e attraverso varie app di allenamento.

Rilassati

Concediti un po’ di tempo per riposare. Cerca modi costruttivi per rilassarti. La consapevolezza, la respirazione profonda e gli esercizi di rilassamento possono aiutarti a mantenere la tua salute emotiva ed equilibrare i sentimenti di isolamento o frustrazione.

Quando chiedere aiuto

La sindrome della capanna è spesso una sensazione fugace. Potresti sentirti irritabile o frustrato per alcune ore, ma una videochiamata con un amico o fare qualcosa per distrarre la mente può aiutarti a cancellare la frustrazione che hai provato prima.

A volte, tuttavia, i sentimenti potrebbe diventare più forti e nessun meccanismo potrebbe essere in grado di aiutarti a eliminare i tuoi sentimenti di isolamento, tristezza o depressione.

Inoltre, se il tuo tempo al chiuso è prolungato da forze esterne, come il tempo o direttive del governo, i sentimenti di ansia e paura sono validi. In effetti, l’ansia può essere alla base di alcuni sintomi della sindrome della capanna. Ciò può peggiorare i sintomi.

Se ritieni che i tuoi sintomi peggiorino, prendi in considerazione di contattare un professionista della salute mentale che può aiutarti a capire cosa stai vivendo. Insieme, puoi identificare i modi per superare questi sentimenti negativi.

Back To Top