Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy&cookies policy

06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro

Iperplasia prostatica benigna: sintomi e cause

Iperplasia Prostatica Benigna Sintomi

L’iperplasia prostatica benigna, detta anche ingrossamento della ghiandola prostatica, è una condizione comune con l’invecchiamento degli uomini. Una ghiandola prostatica ingrandita può causare fastidiosi sintomi urinari, come il blocco del flusso di urina fuori dalla vescica. Può anche causare problemi alla vescica, alle vie urinarie o ai reni.

Esistono diversi trattamenti efficaci per l’ingrossamento della ghiandola prostatica, compresi i farmaci, le terapie e la chirurgia minimamente invasivi. Per scegliere l’opzione migliore, tu e il tuo medico considererete i sintomi, le dimensioni della prostata, le condizioni generali di salute e le tue preferenze.

Iperplasia prostatica benigna: sintomi

La gravità dei sintomi nelle persone che hanno l’ingrossamento della ghiandola della prostata varia, ma i sintomi tendono a peggiorare gradualmente nel tempo. I segni e i sintomi comuni dell’iperplasia prostatica benigna includono:

  • Frequente o urgente necessità di urinare
  • Aumento della frequenza di minzione durante la notte (nicturia)
  • Difficoltà a iniziare la minzione
  • Flusso di urina debole o flusso che si arresta e si avvia
  • Dribbling alla fine della minzione
  • Incapacità di svuotare completamente la vescica

Segni e sintomi meno comuni includono:

  • Infezione del tratto urinario
  • Incapacità di urinare
  • Sangue nelle urine

La dimensione della prostata non determina necessariamente la gravità dei sintomi. Alcuni uomini con prostata solo leggermente ingrossata possono avere sintomi significativi, mentre altri uomini con prostata molto ingrossata possono avere solo sintomi urinari minori.

In alcuni uomini, i sintomi alla fine si stabilizzano e potrebbero anche migliorare nel tempo.

Altre possibili cause dei sintomi urinari

Le condizioni che possono portare a sintomi simili a quelli causati dalla prostata ingrossata includono:

  • Infezione del tratto urinario
  • Infiammazione della prostata (prostatite)
  • Restringimento dell’uretra (stenosi uretrale)
  • Cicatrici sul collo della vescica a seguito di un precedente intervento chirurgico
  • Calcoli alla vescica o ai reni
  • Problemi con i nervi che controllano la vescica
  • Cancro della prostata o della vescica

Quando vedere un dottore

Se hai problemi urinari, parlane con il medico. Anche se i sintomi urinari non sono fastidiosi, è importante identificare o escludere cause sottostanti. I problemi urinari non trattati potrebbero portare all’ostruzione delle vie urinarie.

Se non sei in grado di urinare, consulta immediatamente un medico.

Iperplasia prostatica benigna: cause

La ghiandola prostatica si trova sotto la vescica. Il tubo che trasporta l’urina dalla vescica fuori dal tuo pene (uretra) passa attraverso il centro della prostata. Quando la prostata si allarga, inizia a bloccare il flusso di urina.

Nella maggior parte degli uomini la crescita della prostata ha continuato per tutta la vita. In molti uomini, questa continua crescita allarga abbastanza la prostata da causare sintomi urinari o bloccare in modo significativo il flusso di urina.

Non è del tutto chiaro cosa causa l’allargamento della prostata. Tuttavia, potrebbe essere dovuto a cambiamenti nel bilanciamento degli ormoni sessuali man mano che gli uomini invecchiano.

Fattori di rischio

I fattori di rischio per l’allargamento della ghiandola della prostata includono:

  • Invecchiamento. L’ingrossamento della ghiandola della prostata raramente causa segni e sintomi negli uomini di età inferiore ai 40 anni. Circa un terzo degli uomini presenta sintomi da moderati a severi entro i 60 anni, e circa la metà intorno agli 80 anni.
  • Storia famigliare. Avere un parente, come un padre o un fratello, con problemi alla prostata significa che hai maggiori probabilità di avere gli stessi problemi.
  • Diabete e malattie cardiache. Gli studi dimostrano che il diabete, così come le malattie cardiache e l’uso di beta-bloccanti, possono aumentare il rischio.
  • Stile di vita. L’obesità aumenta il rischio, mentre l’esercizio fisico lo può ridurre.

Complicazioni

Le complicazioni dell’iperplasia prostatica benigna possono includere:

  • Improvvisa incapacità di urinare (ritenzione urinaria). Potrebbe essere necessario avere un tubo (catetere) inserito nella vescica per drenare l’urina. Alcuni uomini con una prostata ingrossata necessitano di un intervento chirurgico per alleviare la ritenzione urinaria.
  • Infezioni del tratto urinario (UTI). L’incapacità di svuotare completamente la vescica può aumentare il rischio di infezione nel tratto urinario. Se si verificano frequentemente UTI, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere una parte della prostata.
  • Calcoli alla vescica. Questi sono generalmente causati dall’incapacità di svuotare completamente la vescica. I calcoli alla vescica possono causare infezioni, irritazione della vescica, sangue nelle urine e ostruzione del flusso urinario.
  • Danni alla vescica. Una vescica che non si è completamente svuotata può allungarsi e indebolirsi nel tempo. Di conseguenza, la parete muscolare della vescica non si contrae più correttamente, rendendo più difficile svuotare completamente la vescica.
  • Danni ai reni. La pressione nella vescica causata dalla ritenzione urinaria può danneggiare direttamente i reni o consentire alle infezioni della vescica di raggiungerli.

La maggior parte degli uomini con una prostata ingrossata non sviluppa queste complicazioni. Tuttavia, la ritenzione urinaria acuta e il danno renale possono essere gravi minacce per la salute.

Non si ritiene che avere una prostata ingrossata aumenti il rischio di sviluppare il cancro alla prostata.