skip to Main Content
Telefono

06 5294338

Email

info@sunmedgroup.it

Orario di apertura

Lunedì-Venerdì
9:00-20:00

Indirizzo

Piazza del Sole 1-5
00144 Roma

Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, consulta la privacy&cookies policy

06 5294338 info@sunmedgroup.it Direttore sanitario: Dott. Scarso Paolo | Amministratore: Dott. Cartelli Alessandro

Conosci il tuo ciclo, scopri come cambia nel corso della vita

Conosci Il Tuo Ciclo, Scopri Come Cambia Nel Corso Della Vita

Stop ai tubù sul ciclo

Il tabù delle mestruazioni ha origini antiche. Ci sono molti costumi sociali, culturali e religiosi in tutto il mondo che dicono cosa può e cosa non può essere fatto durante il ciclo. E la cultura pop non è da meno.

Per fortuna le cose stanno lentamente recuperando terreno, ma siamo ancora lontani da un risultato ragionevole. Un modo per eliminare questo tabù è semplicemente parlarne, chiamarlo per quello che è. Non è “arrivato il Marchese”, “il mar Rosso” o “il barone rosso”. È il ciclo mestruale.

C’è sangue e dolore, talvolta sollievo o tristezza, e a volte tutto allo stesso tempo. E un’altra cosa: gli assorbenti non sono prodotti per l’igiene femminile, sono prodotti mestruali.

Vediamo insieme cosa significa avere il ciclo, dalla pubertà alla menopausa.

Prendi sul serio il dolore, anche in giovane età

Forse ti hanno insegnato semplicemente che ciclo uguale dolore, ma va preso sul serio. Se si verifica uno dei seguenti eventi prima o durante il ciclo, non esitare a parlare con un medico:

  • dolore nella regione pelvica
  • mestruazioni dolorose
  • mal di schiena lombare
  • dolore nell’addome inferiore
  • mestruazioni lunghe
  • mestruazioni pesanti

Questi sintomi indicano probabilmente un disturbo mestruale.

Molti dei disturbi mestruali comuni vengono diagnosticati più tardi nella vita, tra i 20 e i 30 anni. Ma ciò non significa che abbiano effettivamente iniziato a verificarsi in quel momento, è solo quando un medico lo ha confermato.

Non esitare a chiedere aiuto, indipendentemente dalla tua età.

Ragazze e adolescenti: che casino!
Ma niente di cui essere imbarazzate.

Il primo ciclo viene a circa 12 anni, ma questa è solo una media. Se avevi qualche anno in più o in meno, è normale.

L’età in cui viene il ciclo per la prima volta dipende da una serie di fattori come la genetica, l’indice di massa corporea (BMI), i cibi che mangi, quanto esercizio riesci a fare e anche dove vivi.

Nei primi anni, è comune che il tuo ciclo sia irregolare e imprevedibile. Per mesi potresti non avere nulla e poi boom, le cascate del Niegara.

Il ciclo mestruale è governato dai nostri ormoni. L’esperienza fisica del ciclo, ovvero sanguinamento, crampi, oscillazioni emotive, seni doloranti, tutto si riduce alla quantità di ormoni che il nostro corpo rilascia in un dato momento. Sono due gli ormoni che influiscono in particolare sul nostro ciclo: gli estrogeni stimolano la crescita del rivestimento uterino, mentre il progesterone regola tale crescita.

All’inizio è normale sentirsi timide, confuse e persino frustrate a causa del ciclo. È perfettamente normale. È un’esperienza nuova e spesso disordinata che coinvolge una parte molto intima del tuo corpo. Parlarne con una persona di fiducia può essere sicuramente di aiuto.

20 anni: diventare donne consapevoli

I tuoi 20 anni sono il periodo di massima fertilità. Questo è il momento in cui il tuo corpo è più preparato ad avere un bambino. Per la maggior parte delle persone questo significa che il ciclo sarà più regolare.

Questo è il motivo per cui molte ragazze sui 20 anni utilizzano la pillola o il cerotto anticoncezionale che tra l’altro può essere usato anche per regolarizzare il ciclo.

Sesso durante il ciclo sì o no?

Tra i 20 e i 29 anni si diventa adulti e questo processo di crescita comporta anche capire quale è il tipo di sesso che ti fa stare bene, incluso il sesso durante il ciclo. Non devi evitarlo se non vuoi. Fai ciò che fa stare bene te e il tuo partner.

Quando i sintomi possono significare qualcosa di più

I 20 anni sono spesso il decennio in cui molte donne diventano più consapevoli che i loro sintomi possono essere un segno di una condizione mestruale, come:

  • sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)
  • endometriosi
  • fibromi
  • sindrome premestruale o PMDD
  • cicli di sanguinamento anomali
  • cicli dolorosi (dismenorrea)

Se hai ancora dolore, un flusso super pesante, mestruazioni lunghe o qualsiasi altra cosa che sembra anormale, prendi un appuntamento con la tua ginecologa.

30 anni: prima e dopo la gravidanza

All’inizio del decennio, probabilmente stai ancora ovulando regolarmente e puoi aspettarti che il ciclo sia molto simile ai vent’anni. Per alcune, questo può significare dolore.

È tempo di parlare di gravidanza

I nostri corpi potrebbero essere pronti per i bambini a 20 anni, ma questo non significa che il resto di noi lo sia. Il primo figlio arriva in media per le donne residenti in Italia a 30,8 anni. Sempre guardando all’età delle donne, nell’8,3% delle nuove nascite la mamma ha almeno 40 anni, nel 10,3% sotto i 25 anni di età.

La gravidanza ha un enorme impatto sul corpo. I cambiamenti sono innumerevoli e molto diversi da donna a donna. Ma una cosa è certa: nessuna ha il ciclo mentre è incinta (anche se possono verificarsi alcuni spotting). Nei mesi immediatamente successivi al parto, puoi avere il ciclo subito o potrebbero volerci dei mesi. In gran parte dipende dal fatto che si sta solo allattando al seno, integrando con la formula o usando esclusivamente la formula.

40 anni: premenopausa o perimenopausa

La perimenopausa è una fase di grande confusione: è caratterizzata da cicli mestruali irregolari che tendono a ravvicinarsi (polimenorrea) o a diventare meno frequenti (oligomenorrea). Le mestruazioni possono diventare abbondanti e dolorose, e ci può essere anemia da carenza di ferro. In questo periodo, anche se le mestruazioni mantengono una certa regolarità, la possibilità di restare incinta si riduce, ma non è esclusa: quindi, attenzione se non si desidera una gravidanza.

Se sospetti di essere in perimenopausa, stai attenta ad altri segni e sintomi corrispondenti, come:

  • una vagina più asciutta del solito
  • vampate di calore
  • brividi e sudorazioni notturne
  • problemi a dormire
  • malumore e alti e bassi emotivi
  • aumento di peso
  • diradamento dei capelli e pelle secca
  • perdita della pienezza del seno

Non devi necessariamente chiamare il medico quando inizi la perimenopausa, ma puoi farti prescrivere dei farmaci se necessario. Esercitarsi più spesso, mangiare e dormire bene può fare molto per migliorare i sintomi.

50 anni: menopausa

La maggior parte degli esperti concorda che una persona ha ufficialmente la menopausa quando non ha avuto il ciclo per 12 mesi consecutivi. In media, accade a 50 anni.

La maggior parte delle donne può aspettarsi che i sintomi della perimenopausa si attenuino all’avvicinarsi della fine dell’ovulazione. Alcune arrivano alla menopausa molto prima o molto dopo.

Passare attraverso la menopausa può essere un ottovolante emotivo e non solo a causa delle oscillazioni ormonali. Se hai bisogno di aiuto o anche solo di parlarne, prendi un appuntamento con la tua ginecologa di fiducia.

 

 

Back To Top